Friggitrice: fritti sempre freschi e senza sporcare

friggitrice

La mia passione culinaria è la frittura e quale miglio elettrodomestico della friggitrice per ottenere piatti fritti alla perfezione? Ho quindi deciso di dedicare un portale proprio alla friggitrice, per condividere con chi, come me, ama il fritto e tutto ciò che lo riguarda.

Se parliamo di cibo, uno dei piaceri culinari più peccaminosi è sicuramente la frittura: croccanti e gustosi, i cibi cotti con questo metodo di cottura acquisiscono un tocco in più.
Per realizzare la frittura, solitamente ci si munisce di padella, olio e via sul fuoco. La cucina a quel punto diventa un campo di battaglia: schizzi di olio ovunque, per non parlare dell’odore che impregna non solo la cucina, ma anche il resto della casa, permanendo anche alcuni giorni. A questo punto, mi preme fare una considerazione. In realtà, il procedimento di cui ho appena parlato, non si può definire frittura.
Inizio quindi con l’evidenziare la differenza tra cottura sautè e frittura, due tecniche di cottura che molto spesso vengono confuse.

  • Frittura: è la tecnica per cui un cibo viene completamente immerso nell’olio finché non è completamente cotto.
  • Sautè: tecnica in cui il cibo viene fatto rosolare su un sottile strato di grasso.

Si capisce quindi fin da subito che, per fare una corretta frittura, bisogna immergere il cibo completamente nell’olio. Quindi, bisognerebbe munirsi di una pentola adatta, che magari abbia un cestello estraibile, riempirla della giusta quantità di olio per ricoprire i cibi e ricominciare con schizzi e cattivi odori.
È in questa situazione che la friggitrice si inserisce in maniera perfetta: la riempi di olio, aspetti che questo giunga a temperatura (che grazie al termostato rimarrà sempre costante) e immergi i tuoi cibi.

Friggitrice: senza odori e senza sporcare

“Beh, esattamente quello che farei con una pentola”, dirai. Non è proprio così, infatti, la friggitrice non fa schizzare olio e, con l’apposito coperchio, gli odori vengono limitati al minimo. Preparare una gustosa frittura di pesce, non significherà più avere la cucina che gronda olio e che puzza di pescheria (scusateci l’esempio poco elegante).
Una volta finito, pulire la friggitrice non sarà difficoltoso. In alcuni modelli, basterà estrarre la vaschetta e svuotarla in un apposito contenitore. Altri modelli, sono dotati di un sistema di pulizia rapida, che permetto di svuotare la vaschetta tramite un rubinetto: basterà posizionare un contenitore al di sotto di questo e la vaschetta si svuoterà da sola. Una volta vuota, si potrà procedere con la pulizia.
Piccola, ma importantissima nota: una volta finito di friggere, non bisogna mai buttare l’olio nello scarico del lavello o nel water. L’olio inquina tantissimo e quindi è meglio raccoglierlo in una piccola tanica o anche in bottiglie di plastica e poi smaltirlo nei luoghi adatti.

Friggitrice migliore

Dopo questa carrellata di informazioni, che speriamo ti siano state utili, ti starai chiedendo: qual è la miglior friggitrice? A questa domanda ci sono tante risposte, poiché la miglior friggitrice è quella che più si addice alle tue esigenze. È quindi buona cosa valutare bene come si ha intenzione di utilizzare la friggitrice. Che cosa intendo? Semplice: utilizzeresti spesso la tua friggitrice? La quantità di cibo da friggere è sempre abbondante? Queste che ti ho appena fatto sono domande che ti aiuteranno a fare un acquisto consapevole e che ti soddisfi appieno.
Cucini spesso cibi fritti: in questo caso l’acquisto di una friggitrice è consigliato. Grazie alla friggitrice infatti, riusciresti a cuocere meglio i tuoi cibi. Voglio però fare un appunto: come vedrai più giù e nel paragrafo dedicato, le friggitrici sono accessibili. Comprarne una non ti danneggerà economicamente e quindi, anche se friggi poco, potresti valutarne comunque di acquistarne una, per poterla utilizzare al momento giusto. Natale, Capodanno e Carnevale sono delle ottime situazioni in cui potresti utilizzarla senza occupare la tua cucina e, soprattutto senza sporcare.
Friggi grandi quantità di cibo: allora, oltre all’acquisto della friggitrice, ti consiglio di valutare attentamente le dimensioni della friggitrice. Per grandi quantità di cibo, una friggitrice da 5 l può andrà bene. Andando oltre i 5 è possibile acquistare friggitrici che però diventano semi professionali e, quindi, hanno un costo maggiore.

Ecco le migliori offerte che ho voluto selezionare per te. Approfittane prima che scadano:
Ultimo aggiornamento: 29 Settembre 2020 19:13

Quali sono i parametri da tenere in considerazione?

Anche in questo caso, i parametri che bisogna tenere in considerazione sono diversi a seconda di chi decide di acquistare la friggitrice. Nel paragrafo sopra ho già parlato delle dimensioni, che devono essere adatte a friggere quantità abbondanti di cibo. Se non valuti attentamente questo parametro, potresti correre il rischio di stare ore a finire di preparare le tue pietanze, proprio perché la friggitrice contiene poco cibo per volta. Al contrario, una friggitrice troppo grande, per due cotolette, potrebbe risultare uno spreco, soprattutto per quanto riguarda il consumo di olio. Prima di scegliere la capienza, valuta però un altro fattore, e cioè quello dello spazio. Una friggitrice troppo grande potrebbe risultare un ingombro o, peggio, non avresti dove metterla.

Friggitrice elettrica: perché sceglierla

Molti al momento dell’acquisto, decidono di optare per una friggitrice non elettrica, che consiste in una pentola con cestello da utilizzare sul fuoco. Questa scelta, è orientata soprattutto dal prezzo. Infatti, acquistare una friggitrice di questo tipo costa davvero poco. “Bene”, dirai, ma ricordiamo che per ottenere una buona frittura, la temperatura deve essere tenuta costante a 180°C. Con una friggitrice di questo tipo dovresti munirti di termometro per alimenti e controllare di tanto in tanto che la temperatura non sia o troppo alta o troppo bassa. Nel primo caso rischieresti di bruciare i cibi e l’olio e si creerebbero delle sostanze molto nocive per il nostro organismo. Nel secondo caso i cibi si inzupperebbero più del dovuto di olio, rendendoli troppo ricchi di lipidi e sgradevoli al palato.
Una friggitrice elettrica ti evita tutti questi problemi. La temperatura, infatti, si mantiene stabile grazie ad un termostato che automaticamente regola l’intervento o meno della resistenza.
Un altro vantaggio è sicuramente dato dal fatto che con la friggitrice non si rischiano schizzi che possono bruciare te e sporcare la tua cucina. Friggendo con il coperchio chiuso, gli odori vengono intrappolati nei filtri.

Friggitrice cestello estraibile

Per molti sarà ovvio, ma per tanti non lo è. Le friggitrici sono tutte dotate di cestello estraibile. Questa particolarità ti offre il vantaggio di mettere i cibi da preparare direttamente nel cestello, che potrai poi immergere delicatamente nell’olio. Quando le pietanze saranno pronte, potrai estrarre il cestello e, grazie al gancio di cui sono dotati, potrai far sgocciolare l’olio in eccesso.

Friggitrice 1 litro

Se in famiglia siete pochi, sappi che ti è possibile acquistare una friggitrice di appena 1 l. Se infatti il tuo cruccio era quello di consumare troppo olio per friggere appena due/tre cotolette, con questa friggitrice non ti porrai più il problema. Oltre al vantaggio di contenere poco olio, occupa anche poco spazio nel tuo scaffale, quindi risulta essere ottima per chi ha poco spazio. Esistono tanti modelli dai prezzi più che abbordabili: la spesa per l’acquisto di una friggitrice del genere è davvero irrisoria.

Friggitrice piccola: consuma di meno

Data la minor quantità di olio che bisogna scaldare, la friggitrice piccola consuma meno, non solo olio, ma anche energia elettrica. Parliamo di circa 1000-1500 w che, se consideri l’utilizzo non giornaliero che si fa della friggitrice, non verrà a pesarti sulla bolletta. Ricapitoliamo i vantaggi e gli svantaggi delle friggitrici piccole:

VANTAGGI:

  • consumano poco olio
  • occupano poco spazio
  • richiedono meno energia per scaldare l’olio

SVANTAGGI:

  • cuociono poche quantità di cibo per volta

Ho dedicato un articolo, “friggitrice 1 litro“, in cui raccolgo le migliori friggitrici piccole.

Friggitrice 5 litri

Con la friggitrice 5 litri, è invece possibile cuocere una maggior quantità di cibo. È utilissima nelle grandi feste, in cui si frigge una quantità abbondante di cibo, o si è tanti in famiglia. In questo caso, l’olio necessario per ricoprire i cibi aumenta, aumenta il prezzo e soprattutto aumentano i consumi. Se infatti nelle friggitrici da 1-2 l bastavano anche 1000 w, qui ne sono necessari almeno 2000. Quindi, se non sei disposto a vedere le cifre della tua bolletta aumentare, pensaci bene, soprattutto se pensi di utilizzare spesso la friggitrice. Se invece pensi di limitarne l’utilizzo solo agli eventi più importanti, allora procedi tranquillamente con l’acquisto: il suo utilizzo una volta tanto non comporterà impennate nel tuo consumo elettrico.

Friggitrice grande: i pro e i contro

Rispetto alla friggitrice piccola, la friggitrice grande potrebbe sembrarti molto dispendiosa, sia per i consumi di olio che di energia elettrica. Se fai le opportune valutazioni ti renderai conto che non è esattamente così. Infatti, se è vero che la friggitrice piccola consuma di meno, è anche vero che per quantità abbondanti di cibo deve stare accesa per più tempo. L’olio,essendo di meno, tenderà a bruciarsi prima e, quindi, andrà cambiato. Quindi, come diciamo sempre, valuta bene che tipo di utilizzo intendi fare della tua friggitrici. A parità di consumi, è meglio cuocere in maniera più veloce e senza perdita di tempo.

VANTAGGI:

  • Cuoce grandi quantità di cibo

SVANTAGGI:

  • ha bisogno di più olio, è più ingombrante

Sei curioso di scoprire le friggitrice che utilizzano poco olio? Leggi l’articolo “friggitrice poco olio” e trovi le migliori.

Friggitrice cestello rotante

Se uno dei tuoi crucci è poi il consumo d’olio, ti presentiamo le friggitrici con cestello rotante. Il suo funzionamento è tanto semplice quanto geniale: il cestello è posto su un asse inclinato; così facendo la parte più bassa rimane completamente immersa nell’olio, mentre man mano che il cestello automaticamente gira, continua a far immergere di continuo il cibo nell’olio, che si friggerà alla perfezione anche con un minor consumo di olio.
Ti dico già da ora che gli unici modelli che potrai trovare sono le friggitrici De’Longhi cestello rotante Rotofry.
Eccoti alcuni dei modelli più venduti:

Friggitrice aria: friggere senza olio

Se invece per un motivo o per un altro devi o vuoi evitare l’olio, ma non vuoi comunque rinunciare a cibi croccanti, la friggitrice ad aria è quello che fa proprio al caso tuo. Quello che è scritto nel titolo di questo paragrafo, può sembrarti un po’ contraddittorio. Infatti, come abbiamo detto, la frittura è quella tecnica in cui il cibo viene completamente immerso nell’olio che, raggiungendo temperature elevate, cuoce il cibo. Nel caso della friggitrice ad aria, il conduttore di calore non è un grasso ma, appunto, l’aria. Questa, raggiunge i 200°C e diffondendosi uniformemente nella camera di cottura, dà ai cibi una croccantezza esteriore, facendoli rimanere invece morbidi all’interno, proprio come la frittura. Per quanto riguarda il consumo, non ci si sposta molto dalle friggitrici elettriche.
Tra le friggitrici ad aria, vi sono due modelli che hanno riscosso parecchio successo. Eccoli:

Friggitrice doppia vasca

Il non plus ultras delle friggitrici è la friggitrice con doppia vasca. Questa tipologia ti offre la possibilità di friggere contemporaneamente due cibi senza che l’uno prenda il sapore dell’altro. Fai attenzione però a non farti fregare dal doppio cestello. Sono infatti tanti gli annunci in cui spacciano il doppio cestello per una doppia vasca, anche se la differenza tra le due è evidente: il doppio cestello è si molto comodo, ma solo se i cibi che cuoci sono molto simili. Non va invece bene se nella stessa vasca, ma in due cestelli diversi, friggi i krapfen e gli arancini. I sapori tenderanno a mischiarsi e il risultato potrebbe non essere appetibile come si sperava. Nella doppia vasca, ognuna con il suo olio, potrai invece friggere dolce e salato o carne e pesce, senza che i sapori possano mischiarsi. Ovviamente si consuma molto olio, molta più energia elettrica e molto molto più spazio, dato che le dimensioni sono sicuramente più ingombranti. Quindi, prima di optare per un modello a due vasche, simile alle friggitrici professionali, pensaci bene e pensa se sfrutterai appieno le sue caratteristiche.
Per darti un’isea della reale differenza tra i due modelli,clicca sui link che trovi qui sotto per ossservare le differenze e visionare anche i prezzi.

Friggitrice professionale

Le friggitrici professionali sono sicuramente il top per friggere: in un solo cestello è possibile inserire una quantità abbondante di cibo, che sarà pronta in pochi attimi. Solitamente questi macchinari sono realizzati in acciaio inox, fatto per resistere ad un uso intensivo. Ad una o a due vasche possono essere sia elettriche che a gas. Nelle attività commerciali, sono sicuramente preferite quelle a gas, dato l’uso giornaliero e prolungato che se ne fa. Anche se preparano in maniera perfetta le fritture, sono però poco comode da tenere in casa: oltre al grande consumo di olio e di energia elettrica o gas, sono anche molto ingombranti.

Friggitrice automatica

La friggitrice automatica, anche se ci piacerebbe tanto averla a casa per le sue caratteristiche, è un attrezzo adatto alle attività commerciali. Quello che la rende poco fruibile per l’uso domestico sono le dimensioni che, per intenderci, sono un po’ più grandi rispetto ad un forno da cucina. Queste dimensioni così voluminose, sono dettate dal fatto che all’interno del macchinario è incluso un sistema di aspirazione e filtraggio d’aria, che permette l’installazione di questo macchinario anche dove non è possibile installare una cappa. I fumi e i vapori vengono trasformati in acqua, facendo rimanere rimanere l’aria salubre. In più, durante la cottura non è necessaria la presenza di un operatore, perché automaticamente la macchina espelle i cibi ben cotti.

Friggitrice da incasso

In genere, le friggitrici ad incasso son quelle professionali, che spesso troviamo nelle cucine dei ristoranti, ma per più esigenti, è possibile trovare alcuni modelli di friggitrice ad incasso da inserire nella propria cucina. Il funzionamento resta invariato, anche se invece il prezzo aumenta di molto: su Amazon è possibile trovare modelli marcati Tecnogas che hanno costi un po’ eccessivi. Se consideriamo che la friggitrice non è un elemento essenziale e che il tutto è realizzato solo per rendere più elegante la friggitrice, il prezzo non è così esagerato.

Friggitrice acciaio inox

Conosciamo tutti la resistenza di questo materiale indistruttibile, ed è proprio per questo che viene impiegato in attrezzi che sono facili da rovinare. L’acciaio inox è molto impiegato negli attrezzi da cucina e anche le friggitrici professionali, sono realizzate in questo materiale. Se cerchi bene, è però possibile trovare anche modelli per uso domestico in acciaio inox, che donano alla friggitrice un aspetto davvero professionale.

Le migliori marche

È sempre bene, soprattutto quando parliamo di elettrodomestici adibiti alla preparazioni di cibi, affidarsi a marchi affidabili, che certificano l’idoneità dei materiali usati nell’assemblaggio del prodotto finale. Marchi come De’Longhi, Imetec, Ariete, garantiscono non solo la qualità e l’affidabilità dei materiali, ma anche il rispetto delle normative in vigore nei processi di produzione. Inoltre, cosa non meno importante, garantiscono centri di assistenza, fondamentali se la tua friggitrice dovesse rompersi.

Ecco l’elenco di tutte le migliori marche che puoi trovare in questo portale:

Perché la frittura è così buona?

Dopo aver visto i modelli, la capienza e le marche, è arrivato il momento di scoprire qualche piccola curiosità.
Ma cos’è che rende la frittura così buona? La spiegazione è molto complessa e coinvolge molti aspetti. Innanzitutto l’uomo ha una predilezione per i cibi grassi. Le cause sono ancestrali: in origine, l’uomo aveva preferenze per cibi che apportassero quanta più energia possibile ai fini del sostentamento. All’epoca non ci si preoccupava molto della linea! Sembrerà strano, ma anche il suono gioca un ruolo importante. Infatti, proprio il classico suono prodotto dai cibi fritti, ci appaga maggiormente, facendoci percepire questi come freschi.
In fine, i lipidi contenuti nei cibi fritti, ne esaltano i sapori.

Come hai potuto leggere, i sensi coinvolti sono diversi. Oggigiorno è però opportuno limitare l’apporto di cibi grassi e in particolar modo di quelli fritti, a causa del loro eccessivo contenuto di lipidi. Limitare, non vuol dire però escludere, visto che anche la frittura, gioca un ruolo importante per la nostra alimentazione, favorendo addirittura alcuni processi metabolici. Non voglio però annoiarti con reazioni chimiche e processi metabolici; non è questo il luogo in cui parlarne e non abbiamo le giuste competenze per farlo. Posso però fornirti alcune informazioni utili per friggere in maniera corretta i cibi, esaltandone al meglio i sapori senza produrre sostanze dannose per l’organismo.
Per friggere nel modo più sano possibile bisogna rispettare alcune regole:
L’olio: deve avere un punto di fumo alto in modo da poter friggere senza creare delle sostanze dannose per il nostro organismo. L’olio con il punto di fumo più alto è l’olio di palma che può raggiungere i 220° C. Poi abbiamo l’olio extra vergine di oliva, con un punto di fumo a 210°C, che, oltre ad essere costoso, ha un sapore forte che tende a coprire gli altri sapori. Proprio per questo, per la frittura è consigliato l’olio di arachidi che ha un punto di fumo alto, 180°C, ma ha un gusto leggero che non copre i sapori. L’olio deve mantenere una temperatura costante che si aggira intorno ai 180°C, per evitare che anziché friggersi, i cibi si brucino. Come fare per mantenere costante la temperatura? O ti armi di termometro e pazienza e stai lì a misurare, abbassando o aumentando la fiamma, o compri una friggitrice, la soluzione migliore per friggere nel miglior modo possibile.

Prezzo friggitrice? Alla portata di tutti!

I prezzi di una friggitrice sono molto variabili. Come per tutto la loro oscillazione, dipende dagli optional che sono o meno presenti in ogni singolo modello. Se consideriamo i modelli base, si possono trovare in commercio friggitrici davvero economiche. Man mano che aumenta la capienza e le funzioni, il prezzo cresce. Come già ripetuto più volte, quello che ti consiglio sempre è di valutare bene quali siano le tue esigenze, affinché il tuo acquisto sia il più soddisfacente possibile.